RESTA AGGIORNATO

Inserisci la tua mail

SEGUICI

il ''rione giardino''

Il cuore di Frosinone

Il "Rione Giardino" e la sua storia

a cura di Gianmarco Spaziani

Il Rione “Giardino” è attualmente l’unico quartiere del capoluogo ad aver conservato una propria specifica identità e quel carattere squisitamente paesano della Frosinone “de ‘na uòta”: i suoi abitanti nutrono uno spiccato senso d’appartenenza al luogo d’origine e la fierezza con la quale lo ostentano appare sorprendentemente un valore d’altri tempi.

Alla luce di questo non ci sorprende dunque che il Giardino sia rimasto oggi, all’inizio del terzo millennio, il depositario dei valori e delle tradizioni popolari frusinati.

Quantunque tutta la zona del rione sia stata abitata sin da epoca Volsca e Romana (come indicano i numerosi resti e reperti archeologici ivi ritrovati, i più antichi risalenti al VI sec a.c.) tant’è che l’area costituì presumibilmente quel nucleo abitato a valle dell’acropoli (zona della Rocca) riparato e nascosto alla vista dalla parte della valle del Sacco, gli edifici attuali sono per lo più di origine settecentesca.

La conformazione del rione, al netto di minori inevitabili cambiamenti, è infatti rimasta pressoché immutata ripsetto a come il borgo doveva apparire nel Settecento: se ad esempio si osserva il catasto Gregoriano, risalente alla prima metà dell’Ottocento, quando il borgo “artigianale situato a ridosso delle campagne” appare ben distinto e dotato di un proprio nome, non si rilevano sostanziali differenze da quello che è l’aspetto attuale.